Un po' di storia

Valberg since 1936

La più antiche stazione delle Alpi Marittime

Situato sul territorio dei comuni di Péone e Guillaumes, il sito del "Col du Quartier" (antica denominazione di Valberg) un tempo era il luogo di pascolo estivo delle mucche da latte delle famiglie locali che avevano la fortuna di possedervi prati falciati, pascoli o boschi di larici.

Nella bella stagione, solo fattorie ancestrali, ripartite in poche frazioni (Cluot de la Mule, Lagas, Combarionne, les Atres, les Huerris, la Rouille) ospitavano gli autoctoni che all'epoca, con famiglia e greggi, praticavano una "transumanza umana" denominata "la remue" sul territorio del comune (fenomeno unico in Europa), usufruendo di alcuni pozzi scavati per la maggior parte ai piedi della Croix du Sapet et di cisterne alimentate dalle acque piovane preziosamente recuperate dal fondo dei tetti di scandole in larice.

Il nome di Valberg deriva da "VAL", a indicare le 3 valli che la circondano (Cians, Alta Valle del Var e Tuebi) e "BERG" che designa i "Bergians" (pastori).

Il primo "impianto di risalita" delle Alpi Marittime, il "téléluge" del Cloutas, lungo circa 300 m, fu installato nel 1936 sul pendio nord della Croix du Sapet. Era in funzione dalle 8 del mattino fino al calar della sera.